Conflitti tra plugin WordPress: come evitare problemi

Conflitti tra plugin WordPress: come evitare problemi

Quasi sicuramente, se hai in un blog o un sito WordPress, almeno una volta avrai dovuto fronteggiare in un conflitto tra plugin. Si tratta di anomalie o malfunzionamenti che si verificano anche di frequente se hai l’abitudine di installare molti plugin nel tuo sito web.

I plugin WordPress, infatti, sono frammenti di codice che aggiungono funzionalità al CMS e sono molto utili per tutti coloro che non masticano la programmazione. Per questo motivo, è molto facile lasciarsi prendere la mano nel caricare diversi plugin, soprattutto per chi è alle prime armi con la creazione di siti web.

Nonostante sia facile che tra i diversi problemi con WordPress si verifichi proprio un conflitto tra plugin, esistono delle best practice per evitare di andare incontro a problematiche che, in diversi casi, possono anche portare alla famigerata Schermata bianca della morte di WP.

Consigli per evitare i conflitti tra plugin

Crea un ambiente di staging

Per evitare conflitti e problemi con WordPress, dovresti prendere in considerazione la creazione del tuo sito web in staging o in locale. Di cosa si tratta? Semplicemente di un clone del tuo sito in produzione in cui puoi fare modifiche e testare nuove funzionalità in tutta sicurezza. In questo modo puoi vedere cosa accade se installi un nuovo plugin, se tutto funziona perfettamente o se sorgono alcune problematiche.

Installa plugin sicuri e non obsoleti

Installa solo plugin affidabili e sicuri. Dunque, evita come la peste i plugin nulled, ovvero i plugin craccati. Non solo sicuramente andrai incontro a problemi di incompatibilità, ma rischi seriamente di mettere a repentaglio la sicurezza del tuo sito, in quanto i plugin nulled contengono spesso anche malware.

Inoltre, quando stai decidendo quale plugin aggiungere al tuo sito, ricordati di controllare che questo non sia ormai diventato obsoleto e che sia stato aggiornato dal suo sviluppatore.

Aggiorna il tuo sito web

Mantenere il tuo sito WordPress aggiornato è fondamentale. Non solo gli aggiornamenti ti aiutano a garantire un certo livello di sicurezza, ma ti aiutano ad evitare anche problemi di incompatibilità tra i vari elementi che sono installati. Dunque, non dimenticare di aggiornare WordPress, temi e plugin con regolarità.

Non usare gli aggiornamenti automatici

Tra i consigli per evitare i conflitti tra plugin c’è quello di disattivare gli aggiornamenti automatici WordPress. Aggiornando tu stesso il tuo sito web hai il pieno controllo di quello che accade e, in caso di conflitto e malfunzionamento, puoi facilmente capire quale sia stato il componente che abbia causato un conflitto.

Less is more!

Installa solo plugin che ti servono veramente e di cui hai realmente bisogno. Ricordati di non caricare plugin con le stesse funzioni del tema attivo sul tuo sito e di non attivare più di un plugin per le medesime attività, come ad esempio due plugin di cache.

Non aggiornare i plugin in blocco

Aggiornare contemporaneamente tutti i plugin può essere una soluzione allettante per risparmiare tempo. Se però si verifica un problema con uno qualsiasi dei plugin dopo un aggiornamento, sarà difficile scoprire quale sia il colpevole che sta causando problemi al tuo sito WordPress. Aggiorna i plugin singolarmente e dopo ogni singolo aggiornamento controlla che tutto sia perfettamente funzionante. Con questo metodo, in caso di conflitti, puoi scoprire esattamente quale plugin ha causato problemi con WordPress. Con un aggiornamento in blocco, invece, rischi di dover perdere un sacco di tempo alla ricerca dei plugin in conflitto.

A te è mai capitato di risolvere un conflitto tra plugin? Se hai problemi con il tuo sito web WordPress puoi dare un’occhiata al mio servizio ‘Analisi sito web‘, un’indagine meticolosa per valutare lo stato di salute del tuo sito e per dargli una nuova linfa vitale.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.